Giacomo Fino - Pianta di Capodistria 1619-2019
PROGRAMMA giovedì  1° agosto 2019
  • Stampa

Pianta di Capodistria 1619 - 2019Pianta di Capodistria 1619 - 2019

 Capodistria, Palazzo Gravisi-Buttorai

sede della Comunità degli Italiani

“Santorio Santorio”

(via F.d.L, 10)

20.30:

presentazione del volume

Salvator Žitko:

Beneški Koper. Izseki iz zgodovinske dediščine

(Histria Editiones, 2019)

Relatore:

Dušan Mlacovič

21.30:

inaugurazione della mostra

Pianta di Capodistria 1619 - 2019Pianta di Capodistria 1619 - 2019Capodistria
1619.1819.2019

sabato  3 agosto 2019

Vie, piazzali e mura di Capodistria

riproduzione della più antica mappa di Capodistria

Pianta di Capod'Istria

ricognizione delle antichità cittadine

Sulle tracce di Giacomo Fino

 

Percorso guidato

Salvator Žitko, Neža Čebron Lipovec

Ritrovo intorno alle ore 9.00

al mercato cittadino

La Pianta di Capod’Istria di Giacomo Fino rappresenta la più antica mappa della città sino a noi trasmessa ed in assoluto una delle più remote dell’intera area nord adriatica. È stata redatta il 1° agosto 1619 su commissione del podestà e capitano Bernardo Malipiero per le necessità di rinnovo del sistema di fortificazione. Il disegno, conservato presso l’Archivio di Stato di Venezia, rappresenta un’essenziale fonte per lo studio della genesi della città e del suo impianto urbanistico. Il 400° anniversario della sua compilazione, così come il 200° della produzione del “Catasto franceschino” (1819), sono anche occasione di riflessione sul patrimonio architettonico-urbano di Capodistria e, più in generale, sul patrimonio culturale istriano fino ai giorni nostri (2019).