languageswitcher

Contatti top

Mercoledì, 15 Luglio 2020 11:30
Via Župančič 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Un cookie è un breve testo inviato al tuo browser da un sito web visitato. Consente al sito di memorizzare informazioni sulla tua visita, come la tua lingua preferita e altre impostazioni. Ciò può facilitare la tua visita successiva e aumentare l'utilità del sito a tuo favore. I cookie svolgono un ruolo importante. Senza di essi, l'utilizzo del Web sarebbe un'esperienza molto più frustrante.

I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Li utilizziamo, ad esempio, per memorizzare le tue preferenze per SafeSearch, per rendere più pertinenti gli annunci che visualizzi, per contare il numero di visitatori che riceviamo su una pagina, per aiutarti a registrarti ai nostri servizi e per proteggere i tuoi dati.

Sesto Numero
INforma
Sesto Numero

Anno
Dicembre 2019
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Anno 20
Gennaio 2016
 

Altre Notizie

Concerto di fine anno della Comunità degli Italiani di Capodistria
La Comunità degli Italiani di Capodistria ha il piacere di invitare tutti gli interessati al concerto di chiusura della stagione artistica 2019.   Nell’occasione si esibirà l’Orchestra a plettro “Mandolinistica Capodistriana” diretta dal Maestro Sergio Zigiotti con la partecipazione di: Dominika Zamara - soprano, Neven Stipanov - baritono   Lunedì, 23 dicembre 2019 alle ore 19.00 presso la Sala eventi e cerimonie San Francesco d’Assisi, Piazza Martinc, Capodistria.

 

Concerto di fine annoConcerto di fine annoIl concerto sarà preceduto dal saluto dell’Ambasciatore d’Italia, S.E. Paolo Trichilo,

in vista della conclusione della sua missione in Slovenia.

 

A conclusione del concerto seguirà un vin d’honneur.

 

Prenotazione biglietti: tel: 05 627 94 30; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L’orchestra sorge nella prima metà degli anni Cinquanta e dopo l’esodo, con la partenza di diversi suoi componenti originari, viene rinnovata con giovani leve provenienti dalla scuola elementare italiana di Capodistria e introdotti alla pratica musicale dal Maestro Matteo Scocir, che assumerà la direzione dell’orchestra a plettro. L’organico inizialmente opera come “Orchestra a plettro capodistriana” e più tardi come orchestra congiunta dei tre comuni costieri, partecipando con successo a numerose rassegne musicali istriane e svariati concerti in Italia.

Alla scomparsa del Maestro Scocir, avvenuta nel 1983, l’orchestra cessa l’attività per riprenderla soltanto dopo un trentennio col nuovo nome di “Mandolinistica Capodistriana” e la volontà di riproporre sul territorio il suono delle orchestre a plettro, un tempo diffuse nel contesto urbano istriano. Il nuovo progetto musicale è guidato da Marino Orlando, ex allievo del Maestro Scocir e promotore di tale iniziativa sotto l’egida della Comunità degli Italiani “Santorio Santorio” di Capodistria.

Dopo il recente avvicendamento alla direzione dell’orchestra dovuto alla prematura scomparsa dell’indimenticato dirigente Orlando, la direzione musicale e artistica è assunta da Sergio Zigiotti, valente solista e camerista con diversi complessi italiani e direttore dell’”Orchestra a plettro Caput Gauri”, che si occupa della valorizzazione del repertorio originale per mandolino attraverso lo studio, l’esecuzione concertistica e discografica.

Nel corso degli anni al nucleo originario dei membri storici della mandolinistica capodistriana si associano altri strumentisti che vanno ad arricchirne le fila. Numerose le apparizioni pubbliche in concerti, trasmissioni radiotelevisive e festival musicali, nonché le collaborazioni musicali stabilite con altre orchestre in patria e all’estero. Il programma comprende il repertorio dell’epoca d’oro delle mandolinistiche a cavallo tra fine Ottocento e inizi Novecento, brani del repertorio popolare veneto e partenopeo, composizioni di autori contemporanei.

 

Dominika Zamara

Dominika ZamaraDominika ZamaraIl soprano Dominika Zamara è una cantante lirica di origine polacca cresciuta artisticamente in Italia. Nel 2006 vince una borsa di Studio del Conservatorio Statale di Verona. Nel 2007 si laurea con il massimo dei voti presso l’Università di Musica di Breslavia (Wroclaw).

Durante la sua carriera si è esibita in gran parte d'Europa, USA, Asia, Canada e Sud America in svariati teatri, sale da concerto e festival con opere, concerti da camera, concerti sacri e repertorio contemporaneo. È stata insignita di numerosi premi e menzioni, tra cui il premio Zlote Sowa - Oscar europeo nella categoria musica lirica, Premio A.N.L.A.I 2014, Premio internazionale Padre Pio, Premio Polacco dell’Anno.

Degne di nota sono le esibizioni alla Mostra del Cinema, alla Biennale di Venezia, al Teatro Olimpico di Vicenza nel ruolo di Dori nell’Opera in prima mondiale “Un Tramonto” di G. Coronaro, al Teatro Verdi di Padova, nonché il debutto al Lincoln Center di New York presso il Metropolitan Opera. In Messico ha cantato nella più importante sala da concerti dell’America Latina, la “Manuel M. Ponce Hall” e a Roma nella Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra. Nel 2015 si è esibita presso l’Ambasciata Polacca di Roma alla presenza del Presidente della Repubblica Polacca Andrzej Duda, e nel 2016 a Cracovia durante la Giornata Mondiale della Gioventù alla presenza del Papa. Nel 2017 ha cantato a Chicago l'oratorio “La Creazione” di F.J. Haydn, al National Opera Center di New York “La Traviata” di G. Verdi nel ruolo di Violetta e a Milano in un concerto all’Accademia Teatro alla Scala.

 

Neven Stipanov

 Proviene da una famiglia di artisti e musicisti e si approccia giovanissimo all’attività musicale, iniziando lo studio della tromba, del clarinetto e del canto lirico presso laNeven StipanovNeven Stipanov Scuola di musica di Capodistria, diplomandosi in seguito al Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste in clarinetto e in canto lirico. Ha eseguito diversi concerti in Slovenia, Croazia, Italia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Polonia, Finlandia e Giappone.

Nel suo percorso di cantante lirico ha collaborato con l’orchestra “I Cameristi Italiani” di Santa Cecilia di Roma, la Filarmonia di Udine, l’Opera di Bruxelles e altre orchestre ed ensemble cameristici, esibendosi su diversi palchi in patria e all’estero.

Ha al suo attivo partecipazioni ai festival dell’Opera di Verona, Rossini Opera Festival di Pesaro e Piccolo Opera Festival del FVG. 

Per diversi anni ha collaborato con la Compagnia di prosa del Dramma Italiano di Fiume in veste di attore-cantante. Accanto al repertorio più propriamente lirico, la sua versatilità musicale gli ha consentito di cimentarsi anche nel repertorio della musica popolare e leggera e nei musical (Robin Hood, Aggiungi un posto a tavola).

È conosciuto sul territorio per l’opera di diffusione e divulgazione dell’Opera italiana e del canto lirico in generale, avendo allestito assieme ad altri riconosciuti artisti e musicisti locali veri e propri adattamenti scenici dai libretti d’opera.
Mandolinistica CapodistrianaMandolinistica Capodistriana