languageswitcher

Header menu slo

Contatti top slo

Nedelja, 29 Marec 2020 20:29
Župančičeva ulica 39, 6000 Koper - Capodistria | tel: +386 (0)5 627 92 90 | fax: +386 (0)5 627 92 91

OPOZORILO! Naša spletna aplikacija uporablja piškotke.

Piškotki so majhne datoteke, ki jih naložimo na vašo napravo, z namenom izboljšanja uporabniške izkušnje. Preberi več

Sprejmi

Piškotki, ki jih uporabljamo za delovanje portala, v nobenem primeru ne škodijo ne Vam, ne Vašemu računalniku. Omogočajo izdelavo dokumentov preko pametnih e-obrazcev, merjenje statistike obiska, delovanje partnerskega (affiliate) programa, oglaševanja, deljenja vsebin preko družbenih omrežij in komunikacijo z Vami. Predvsem pa omogočajo boljšo in lažjo uporabo portala za Vas kot uporabnika.

Prosimo potrdite ali se strinjate z uporabo piškotkov na naši strani (kliknite spodnji gumb Sprejmi).

Sesto Numero
INforma
Sesto Numero

Leto
Dicembre 2019
 

Numero 41
La Città
Numero 41

Leto 20
Gennaio 2016
 

Druge Novice

Il sindaco di Roma Virginia Raggi a Capodistria
Domenica 16 febbraio 2020, per il secondo anno consecutivo, Capodistria ha ospitato un centinaio di studenti accompagnati ancora una volta dal sindaco di Roma, Virginia Raggi oltre che dai professori degli istituti interessati. Anche in questa occasione gli ospiti romani sono stati accolti nella bella sala protocollare San Francesco d’Assisi.

Il saluto del sindaco Virginia RaggiIl saluto del sindaco Virginia RaggiNell’occasione, oltre al saluto del Console Generale d’Italia a Capodistria, Giuseppe D’Agosto e del sindaco Raggi, un caloroso benvenuto è stato tributato dal sindaco del Comune Città di Capodistria Aleš Bržan il quale ha voluto mettere in evidenza la peculiarità di questi nostri territori abitati da sempre da popoli, da culture e religioni diverse e che, anche se in passato hanno vissuto momenti burrascosi, oggi trovano una sorta di armonia scoprendo di essere una vera e propria Unione Europea all’interno dello stesso processo di integrazione del nostro continente. Fra di noi – ha aggiunto il sindaco – non vi sono ghetti, viviamo uno accanto all’altro come buoni vicini di casa e tutto questo deve essere ulteriormente valorizzato.

Ha preso quindi la parola il deputato italiano al Parlamento della Slovenia, Felice Žiža, il quale ha voluto illustrare per sommi capi la posizione della Comunità Nazionale Italiana rimasta in Slovenia dopo l’esodo e soprattutto dopo la dissoluzione della Jugoslavia ribadendo nel contempo l’importanza di iniziative simili a questa che segue a poca distanza la Giornata del ricordo istituita proprio per mantenere viva la memoria di eventi traumatici come l’esodo e le foibe. A tale proposito l’onorevole Žiža ha ricordato che non sempre la storia viene condivisa. Ad esempio nel caso della relazione preparata dagli storici italiani e sloveni riguardante il periodo fra il 1880 ed il 1956, pubblicata nel 2000, è stata accolta e ratificata dalla Slovenia ma mai dall’Italia. “Ciò significa – ha concluso Žiža – che sarà necessario un supplemento di studio per tentare veramente di giungere ad una condivisione che possa accontentare ambedue i paesi in un’Europa sempre più unita ma che eviti le polemiche che ogni anno accompagnano la Giornata del ricordo e che investono soprattutto il confine orientale dell’Italia”.

Viaggio della memoria 2020Viaggio della memoria 2020Particolare interesse ha suscitato nei giovani romani l’esposizione dello storico Kristjan Knez, che ha illustrato brevemente la millenaria storia di Capodistria ricordando anche alcuni personaggi che hanno caratterizzato gli eventi non solamente della nostra località ma anche di territori ben più vasti quali i Balcani e l’Europa stessa.

Gli studenti romani hanno quindi interloquito con una giovate italiana che qualche anno fa ha deciso di trasferirsi da Milano proprio a Capodistria dove ha studiato ed oggi vive e lavora.

La visita, che ieri ha interessato Trieste ed il circondario, domani proseguirà a Fiume.Il saluto del sindaco di Capodistria Aleš BržanIl saluto del sindaco di Capodistria Aleš Bržan